MoliseCinema 2013. Il comunicato conclusivo

MOLISECINEMA; QUALITA' E PARTECIPAZIONE PER L'11° EDIZIONE DEL FESTIVAL APPENA CONCLUSA

L'undicesima edizione di MoliseCinema si è svolta dal 6 all'11 agosto 2013 a Casacalenda.  Successivamente, dal 16 al 30 agosto, si è svolta "MoliseCinema Tour", la sezione itinerante del festival che quest'anno ha toccato i comuni di Larino, Riccia, Venafro e Cerro al Volturno.
Il festival ha presentato un programma fittissimo di proiezioni, eventi e incontri con i protagonisti del mondo del cinema e della cultura. Hanno partecipato numerosissimi ospiti: dall'attrice Donatella Finocchiaro al regista Aureliano Amadei, dall'attore Giorgio Colangeli allo scrittore Franco Arminio, dalla sceneggiatrice Valia Santella al regista Mario Balsamo, solo per citarne alcuni.  Insieme a loro tanti giovani talenti del cinema che hanno presentato i loro film, corti e documentari, tra cui anche due autori internazionali: l'iraniano Ali Asgari e l'israeliana Adi Bar Yossef. A ogni giornata del festival ha partecipato un pubblico folto, composto da giovani e meno giovani, che ha affollato non solo la tradizionale arena serale, ma anche le altre location del festival, come l'arena piccola, la terrazza dei libri, il CineCaradonioe naturalmente il cinema-teatro di Casacalenda.
Tra gli eventi speciali più seguiti il concerto di apertura di Orla, Nuto e Finaza della Bandabardò e lo spettacolo sull'origine dell'universo dello scrittore Antonio Pascale e dell'astrofisico Amedeo Balbi.
Molto partecipate anche le proiezioni di "Girare il Molise", con la presentazione dei corti molisani e le anticipazioni sui film girati nel territorio regionale. La sezione "Storie di cinema" ha invece presentato docufilm biografici su Anna Magnani, Alberto Sordi, Valerio Zurlini e Giuseppe Tornatore.
Per il concorso "opere prime e seconde",  assegnato dal pubblico, ha vinto "Amiche da morire" di Giorgia Farina che ha prevalso di poco su "Salvo", di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, il film-rivelazione dell'anno premiato a Cannes.
Per i documentari  della sezione "Frontiere" gli spettatori hanno premiato "Noi non siamo come James Bond", di Mario Balsamo, mentre per i corti italiani il premio del pubblico è andato a "Non è successo niente" di Chantal Toesca.
 Le giurie di esperti  dei concorsi per corti e documentari hanno premiato per i corti italiani  "Solo da tre giorni" di Yuki Bagnardi e Teresa Iaropoli; per i corti internazionali Dedowtschina del tedesco Maxim Kuphal – Potapenko; per i documentari "Passo a due", di Margherita Pescetti e Teresa Iaropoli.

Venerdì 30 Agosto - MoliseCinema Tour a Riccia!

Venerdì 30 agosto MoliseCinema Tour a Riccia. Dalle ore 21 il grande schermo all'aperto si accende in via Zaburri con i corti del festival e il film "Ci vediamo domani", opera prima di Andrea Zaccariello, con Enrico Brignano.

 

I vincitori di MoliseCinema2013

 

Il premio della sezione Percorsi (Corto italiani) è stato attribuito a: Solo da tre giorni di Yuki Bagnardi e Teresa Iaropoli per “l’originalità dello stile, a metà tra il documentario e il racconto di finzione, e la forza struggente del suo protagonista”.

 

Per la stessa sezione sono state assegnate due menzioni speciali a: Cloro di Laura Plebani per “le scelte di regia e di montaggio che mostrano le abilità tecniche dell’autrice”; e a L’Esecuzione di Enrico Iannaccone per “lo sguardo quasi entomologico con cui l’autore si accosta a una realtà difficile, raccontandone la disperazione senza manomissioni consolatorie”. Il premio del pubblico è stato assegnato a Non è successo niente di Chantal Toesca.

 

Per il concorso "Paesi in corto" (Corti internazionali) vince Dedowtschina del tedesco Maxim Kuphal – Potapenko per “l’autenticità dei personaggi, resi nella loro complessità con pochi sapienti tratti, per l’equilibrio della sceneggiatura, che illustra futuro e passato incombenti attraverso un montaggio chirurgico di immagini e suono, in una storia che è sia attuale che universale”.

 

Sono state assegnate infine due menzioni speciali a: More than two hours dell’iraniano Ali Asgari per “l’iconografia cristiana (Maria e Giuseppe che cercano rifugio) per spiegare le storture di una società ove vige la legge islamica. Per l’ottima sceneggiatura a spirale, per il suicidio finale che viene con molta sensibilità tenuto ob-sceno”; e a Safe del sud-coreano Byounggon Moon per “l’uso claustrofobico della fotografia, che rende bene la follia tutta contemporanea della psicosi del gioco che si traduce nel lager capitalistico mondiale. La cassaforte, la casamatta, rappresenta bene la sicurezza, ovvero la vera prigione dei popoli”. 

Il premio del pubblico per i corti internazionali è stato assegnato al corto La boda, dell'argentina Marina Seresesky. 

Il miglior documentario della sezione Frontiere- premio Giuseppe Folchi è stato attribuito a: Passo a Due di Teresa Iaropoli e Margherita Pescetti per: “ aver saputo raccontare la verità di una relazione d’amore fra due esseri umani, Gloria e Olivia, con semplicità e a tratti con una spietatezza autentica”. 

Una menzione speciale è andata a Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo e Guido Gabrielli per “l’originalità del racconto di un rapporto fra due amici e della malattia come opportunità di consolidare il loro legame”. 

 

Il premio del pubblico per le sezioni Paesi in lungo e Documentari sono: per la prima Amiche da morire di Giorgia Farina e per la seconda Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo.

 

MoliseCinema a Larino. "Il sole dei cattivi" e "Tutti contro tutti".

 

Stasera, venerdì 16 agosto, a Piazza Duomo:


21.00: Corti di MoliseCinema
21.15: Il sole dei cattivi. Anticipazione del film di Paolo Consorti, con Nino Frassica e Luca Lionello, 13'. Il film è stato girato a Larino nella primavera del 2013.

21.30 Tutti contro tutti, di Rolando Ravello, con Rolando Ravello, Marco Giallini, Kasia Smutniak, 96'.
Concorso opere prime e seconde MC 2013.

In collaborazione con il Comune di Larino