Diario di un pazzo

Regia di Flavio Bucci

Diario di un pazzo è  il lavoro che più rappresenta l’ istrionismo di Flavio Bucci che si dispiega su un  testo che Mario Moretti ha liberamente adattato dall'omonimo racconto di Nikolai Gogol. Bucci ha deciso questa volta di curarne la regia e di affidare all’attore Marco Caldoro il compito di vestire i panni di Aksentij Ivanovic Popriscin. 

L’opera permette di compiere un viaggio nella doppiezza e nella schizofrenia di un uomo, un piccolo borghese alle prese con una smisurata ambizione che lo porterà a smarrire identità e ragione. Al centro, un uomo la cui unica responsabilità è quella di temperare le matite per il suo capoufficio, un uomo che soffre per la sua condizione sociale che lo priva di dignitosi rapporti umani costringendolo a sprofondare giorno dopo giorno in una solitudine cronica in cui immagina di muoversi in un altro mondo. L’amore per la figlia del capoufficio aggrava la sua condizione e lo spinge, nel crescente delirio, ad annotare su un diario il grafico giornaliero della sua follia fino a quando sfocia nell’identificazione con il re di Spagna.

Data: 
Martedì, 5 Agosto, 2014 - 19:00

Edizione festival: