Lapingra in concerto

Please be friend of Cocteau
Frammenti di The Spectaculis

Vestire immagini di musica, e viceversa. In un certo senso la missione poetica dei Lapingra è sempre stata questa, attraverso una ricerca  incessante che dura da sette anni e che passa attraverso arte grafica, videclip, musical teatrali, ed ora un film in arrivo (The Spectaculis). A MoliseCinema i Lapingra eseguono gran parte della colonna sonora (già completata e di prossima uscita) tratta da The Spectaculis. Piccolo particolare: Il film non è pronto. E quindi quale migliore occasione per suonare la musica del The Spectaculis (e non solo) su immagini di altri autori che ci ispirano da sempre? Provocare, intrattenere, Privare di senso, esagerare. Buona visione.

Gli estratti sono tratti dai seguenti film:

- Kukuli (Perù, 1961) di Luis Figueroa, Eulogio Nishiyama, Cesar Villanueva
- Le Testament d'Orphée (Francia, 1960) e Orphée (Francia,1950) di Jean Cocteau
- Happy Harmonies (USA, Metro Goldwin Mayer 1934 - 1938)
- L'Hippocampe (Francia, 1934) di Jean Painlevé
- Inferno (Italia, 1911)  di Francesco Bertolini, Giuseppe de Liguoro e Adolfo Padovan

Biografia

E' dal 2007 che i Lapingra bazzicano l'universo. Mantenuti in orbita dalla forza di gravità del Molise, da circa sei anni percorrono una traiettoria ellittica attorno a Roma. Da un paio d'anni la traiettoria ha raggiunto la Calabria e Berna e si pensa che tra 6-7 miliardi di anni i Lapingra si espanderanno fino a raggiungere un diametro circa 250 volte superiore a quello di oggi e fagociteranno tutto quello che troveranno sul loro cammino. Per fortuna, quando questo momento arriverà, l'umanità avrà da tempo abbandonato il pianeta Terra.
I Lapingra sono usciti anche fuori dalle loro orbite e traiettorie per tenere moltissimi concerti in giro per l'universo. Importante da ricordare L' M104 TOUR, tenutosi nella Galassia Sombrero, una delle più conosciute e fotografate dagli astrofili.

Componenti

Umberto: E' il pianeta più piccolo e la sua orbita è anche la più eccentrica. I Romani lo consideravano il protettore dei ladri.
Pasquale: esso raggiunge la sua massima brillantezza poco prima dell'alba e poco dopo il tramonto e per questo motivo tutti lo chiamano "Stella del Mattino" o "Stella della Sera".
Angela: a occhio nudo Angela solitamente appare di un marcato colore giallo, arancione o rossastro e per luminosità è la più variabile tra tutti i pianeti.
Julia: scoperta soltanto il 13 marzo 1781 da William Herschel, è il pianeta meno massiccio.
Paolo: con 318 masse terrestri, possiede 2,5 volte la massa di tutti gli altri pianeti messi insieme.
 

Data: 
Martedì, 5 Agosto, 2014 - 23:30

Edizione festival:

Immagine: