Memoria e futuro. I documentari di MoliseCinema 2021

Mercoledì, 21 Luglio, 2021 - 15:45

Quale memoria? Quella inscritta nelle case e nei Paesi in cui abbiamo vissuto, nelle foto che ci hanno scattato, nei filmini (o nei film) di famiglia; la memoria di ciò che abbiamo visto con i nostri occhi e di ciò che ci hanno tramandato attraverso i racconti, quella delle esperienze che abbiamo vissuto sulla nostra pelle e dei luoghi a cui siamo legati.

Che i periodi di pausa forzata a causa del Covid abbiano contribuito a rimettere al centro della nostra attenzione la rielaborazione, spesso critica, dei ricordi di un passato più o meno recente, lo si percepisce anche dalla filigrana della selezione della sezione di documentari della diciannovesima edizione del MoliseCinema.

Ricordi cinematografici e privati di una famiglia italiana, viaggi nello spazio e nel tempo da una sponda all'altra del mediterraneo, indagini sulla genesi di una comunità, le zone d'ombra e le domande irrisolte nelle vite dei nostri cari, costruzioni-simbolo e riti-memoria delle guerre vicine, l'esperienza condivisa come memoria solidale, questi e molti altri i temi che attraversano e intrecciano tra loro i documentari del concorso Frontiere.

Documentari

I TUFFATORI di Daniele Babbo Italia, Bosnia-Herzegovina, 2020, 74'

UN GIORNO LA NOTTE di Michele Aiello, Michele Cattani Italia, 2020, 68’

PUNTASACRA di Francesca Mazzoleni Italia, 2020, 96'

THE ROSSELLINIS di Alessandro Rossellini Italia, Lettonia, 2020, 90'

KUFID di Elia Moutamid Italia, 2020, 56'

L'OCCHIO DI VETRO di Duccio Chiarini Italia, 2020, 75'

Edizione festival: